giovedì 11 febbraio 2010

Backstage 3: Memory Street Story

Queso post è necessario.
Necessario per ringraziare chi nel corso dell'anno passato mi ha sopportato e supportato.
Oltre ai famigli, menzione speciale merita Gianni Resta.
Gianni è un musicista e un amico, e la melodia della canzone Memory Street che si "ascolta" a pag. 25 del #9 di Caravan: Nove per un Dio Perduto è opera sua. Gianni ha esaudito una mia folle richiesta componendo sulle parole di Michele (Medda) una piccola strofa musicale originale. Un piccolo dono , forse superfluo per qualcuno, ma per me tassello importante di un più grande mosaico che è la storia che ho cercato di raccontare nel miglior modo possibile.
Ora prendete una clavietta e strimpellate.

Gianni grazie di nuovo per non aver composto il 118.
Vi consiglio di fare un salto sul suo MySpace per sentirne e vederne delle belle.

PS: lo spartito è scritto di suo pugno e pari pari l'ho riportato... trascrivendolo avrei rischiato di commettere errori.

7 commenti:

ndr ha detto...

bravo Michele! (-:

michele benevento ha detto...

grazie mille, misterioso Unpoapolide!

Pagas ha detto...

Preso oggi il Caravan disegnato da te (purtroppo il maltempo non mi aveva permesso di andare subito in edicola), ciò che mi ha colpito di più è l'uso del nero forte e brillante che accompagna il precipitare degli eventi in questo snodo fondamentale della serie.

Davvero un ottima prova!

un saluto
Paolo

michele benevento ha detto...

grazie paolo... sono contento che si noti il lento "incedere" del nero via via che la storia avanza... ancora una volta ti dimostri arguto e mai banale nei commenti.
grazie anche per questo.
m

ndr ha detto...

il baldinelli chiacchiera, la rete è piccola..(-:
ahahahah! (risata diabolicissima)

michele benevento ha detto...

succede che a volte non si conosca l'identità di chi scrive i commenti... solo a volte però, caro ndr... spero tu stia bene.

ndr ha detto...

sì. spero stiate bene anche Voi (-;
ciao! (saluta Mari, ovvio)